• Prezzi
Accedi
  1. Home
  2. Blog
  3. Aziende
  4. 5 cose che non dovresti mai tralasciare in un contratto nell’ambito del marketing
220803 5Things to not leave out

5 cose che non dovresti mai tralasciare in un contratto nell’ambito del marketing

di Olivia Baker

Puoi anche leggere questo articolo in Tedesco, Inglese e Spagnolo.

Vuoi stendere un contratto per servizi relativi al marketing e non sai da dove cominciare? Ecco le cose da non tralasciare.

Quando si parla di contratti nell’ambito del marketing, o, di fatto, di qualsiasi tipo di contratto, è difficile sapere quali informazioni includere e quali no, in special modo se si forniscono i servizi personalmente e non si ha un grande team di collaboratori.

Non importa in quale situazione ti trovi, noi possiamo aiutarti. Abbiamo creato una lista delle 5 cose che non dovresti mai trascurare quando prepari un contratto nell’ambito del marketing: continua a leggere!

1. Informazioni sulle parti

 

Potrebbe sembrare un elemento ovvio da inserire all’interno del tuo contratto, ma senza i nomi legali completi delle parti coinvolte, non andrai molto lontano. Non è la prima volta che questi dettagli vengono trascurati o che presentano errori di battitura e refusi, quindi controllare una volta in più non è mai una cattiva idea. Il tuo contratto in ambito marketing dovrebbe anche contenere informazioni aggiuntive, come gli indirizzi, in particolar modo delle organizzazioni, come l’azienda o l’agenzia che commissionano il lavoro.

2. Portata del lavoro

 

È importante essere quanto più chiari possibile nel contratto, così da evitare malintesi o dispute riguardanti il tuo lavoro e le pretese che possono essere avanzate nei tuoi confronti. Questa sezione può contenere una tabella di marcia, che chiarisca la durata del progetto o del contratto e contenga scadenze specifiche in merito a determinate prestazioni (se è un’impostazione che funziona per il tipo di lavoro svolto).

In questa sezione potresti anche esplicitare i dettagli del progetto, come i compiti e le responsabilità che dovrai assumerti. Inoltre, non guasta approfondire ulteriormente, accordandosi sui risultati attesi e sulle linee guida, ossia su strumenti che possano misurare l’efficacia del tuo lavoro fin dall’inizio.

3. Informazioni sui pagamenti

 

Assicurarti che, all'interno del tuo contratto di marketing, non manchi mai il salario o compenso. In questo modo, una volta che l’accordo sarà firmato da entrambe le parti, avrai la garanzia di ricevere il pagamento pattuito per il tuo lavoro.

Può anche essere molto utile includere dettagli aggiuntivi come scadenze riguardanti i pagamenti, che indichino quando i pagamenti vanno effettuati e processati, eventuali interessi da corrispondere in caso di ritardi nei pagamenti o costi aggiuntivi in caso di lavoro extra. In questo modo avrai la garanzia di ricevere i pagamenti in maniera puntuale.

Per ulteriori informazioni su questo argomento, puoi leggere il nostro articolo “Cosa includere nel tuo contratto per pagamenti puntuali".

4. Proprietà

 

Sei tu a creare e fornire lavoro e materiali, ma chi è il proprietario di questi ultimi? Tu o l’azienda che te li ha commissionati? Esplicita i termini e le condizioni utili a proteggere il lavoro che farai per l’organizzazione ed esplicita chi deterrà i diritti di proprietà intellettuale e il copyright delle tue creazioni. In alternativa, puoi definire questi aspetti in un accordo a parte, riferito in maniera specifica alla proprietà intellettuale.

5. Recesso

 

Definisci il periodo di preavviso richiesto ad entrambe le parti in caso di recesso dal contratto; ad esempio, potresti richiedere che sia chi viene impiegato sia il datore di lavoro diano il preavviso con un mese di anticipo. Ciascuna delle parti coinvolte può però scavalcare questa condizione in caso ci siano violazioni del contratto, per esempio mancati pagamenti o condivisione di informazioni confidenziali; è quindi abbastanza comune inserire una lista di motivi accettabili per la rescissione del contratto.

Per evitare un recesso dal contratto non necessario, un contratto di marketing dovrebbe anche includere una sezione sulla risoluzione di controversie. Quest’ultima esplicita le modalità di risoluzione di eventuali disaccordi tra chi viene impiegato e il datore di lavoro sul lavoro svolto; in questo modo viene garantito un approccio equo e professionale.

C’è dell’altro?

 

Ora che sai cosa bisogna inserire all’interno di un contratto di marketing, ti rimane solo una cosa da fare: firmarlo!

Dopo tutto questo lavoro, probabilmente l’ultima cosa che vuoi è aspettare giorni e giorni per ricevere il tuo accordo finalizzato e firmato, inviandolo al destinatario per posta o per e-mail. Ti consigliamo di risparmiare tempo e denaro, avvalendoti del tool per la firma elettronica di Smallpdf. Si tratta di un tool per la firma elettronica gratuito e sicuro, che consente a entrambe le parti di firmare un accordo nel giro di pochi minuti, così che non debbano più preoccuparsene!

E con questo abbiamo concluso: congratulazioni per il tuo nuovo contratto di marketing! Se questo articolo ti è tornato utile, visita il blog per le aziende di Smallpdf e leggine altri!

Articolo tradotto e adattato in italiano da Giuliana

Olivia Baker
Olivia Baker
Scrittrice di contenuti